Le istruzioni per l’uso sono un riconoscibile e riconosciuto strumento di formazione e informazione.

Generalmente neutre, non contengono informazioni commerciali se non qualche minimo e sporadico richiamo ad articoli complementari. Per lo meno questa è la percezione.

Le istruzioni nella pubblicità

Interessante a questo proposito lo spot di Dove.

Utilizzando il linguaggio grafico delle istruzioni viene spiegato in modo divertente il “funzionamento” della pelle dell’uomo. I disegni e le illustrazioni tipiche dei manuali tecnici sono riproposte in modo inconsueto. La stessa gamma cromatica rispecchia lo standard del manuale. Nel panorama pubblicitario della personal care sicuramente lo spot si distingue per originalità e complessivamente si stacca nettamente da quanto normalmente si vede in televisione. Insomma, si fa notare.

C’è una seconda versione che pubblicizza il deodorante, è un po’ meno elegante nei contenuti, ma rimane divertente.

Perché si è deciso di utilizzare il linguaggio delle istruzioni per l’uso?

  • Le istruzioni sono fondamentalmente un aggregato di informazioni utili.
  • Le istruzioni sono importanti e contengono verità.
  • Le istruzioni vengono lette, nonostante quello che comunemente si pensa.

La pubblicità nelle istruzioni

In realtà le istruzioni sono anche uno strumento pubblicitario nel vero senso della parola, uno strumento che veicola i valori e l’immagine aziendale al cliente finale.

Contatto certo, ogni istruzione raggiunge il target: un possibile cliente per il futuro o un portavoce volontario per l’azienda. Quale altro strumento pubblicitario fa altrettanto?

Le aziende più strutturate trattano le istruzioni con estrema cura e attenzione. Anche se il prodotto non è complesso o pericoloso lo dotano di documentazione chiara ed efficace. Un prodotto ben presentato offre un’esperienza d’acquisto migliore e dà maggiori possibilità all’azienda di rimanere piacevolmente impressa al cliente.