“TOC TOC

Parola d’ordine?

Sicurezza

Prego, si accomodi…”

Mi immagino così le prime giornate lavorative del 2010 🙂

Dal 29 dicembre 2009 infatti si applicherà la nuova Normativa Macchine 2006/42/CE e molte attrezzature dovranno essere adeguate.

Interesse e paure intorno a questa novità sono notevoli, me ne sono accorta anche dalla partecipazione all’incontro tecnico organizzato da Necsi a Creazzo.

Grande affluenza e attenzione. Cosa cambia rispetto alla vecchia normativa?

– estensione alle quasi-macchine e a quelle attrezzature che sono destinate a diventare parte di una macchina

– le macchine già presenti in azienda andranno adeguate ai requisiti di sicurezza

– la difettosità di una macchina è data anche dalla presenza di istruzioni per l’uso carenti.

Ne avevamo già parlato in occasione di un altro convegno sulla documentazione tecnica, ma stavolta la partecipazione emotiva del pubblico si è fatta notare.

Sguardi preoccupati, movimenti negativi del capo, pagine e pagine di appunti in particolare durante l’intervento dell’ing. Zalunardo.

La valutazione dei Requisiti Essenziali di Sicurezza tente a ridurre al massimo i rischi residui di un macchinario (ovvero le possibilità che succeda un qualche incidente).

Si attuano modifiche tecniche e si aggiungono protezioni. Parte dei rischi residui può venire eliminata dalla lettura del manuale istruzioni.

Ovviamente il fatto che il manuale venga letto e compreso fa la differenza.

Spesso i manuali non vengono letti, di conseguenza i rischi residui che potevano venire eliminati restano.

Rischi per le persone, rischi per le aziende.

Brutti manuali, densi di testo e con disegni incomprensibili non invogliano alla lettura.

Pagine pulite, con immagini efficaci e testi essenziali possono fare la differenza.

lavorare-uccide.jpeg

Questo libro non l’ho letto, ma credo possa far riflettere…