Come si può riconoscere un buon insegnante?

La competenza è importante, ma  passione, empatia e capacità comunicative sono le cose che veramente fanno la differenza.

L’ascoltatore è determinate nella scelta del linguaggio: un bravo professore parlerà diversamente con un bambino svogliato piuttosto che con un brillante liceale.

Così si cerca di fare con le istruzioni, cercando di farsi un’idea più o meno precisa delle caratteristiche psicologiche del lettore. Impossibile?!

Torniamo all’esempio del montatore: quali sono le sue caratteristiche?

– è un tecnico esperto e sicuro di sé, sempre di fretta getta uno sguardo superficiale al prodotto e alle relative istruzioni di installazione

Facciamo ora l’esempio di chi si compra una Ducati: quali sono le caratteristiche?

– competenza da appassionato autodidatta, estremo interesse e curiosità per il prodotto e la sua manutenzione, amore per il dettaglio e la precisione

Siamo su due pianeti diversi!

Volevo appunto parlare di punti di vista.

Il punto di vista cambia in base alle caratteristiche di chi guarda: caratteristiche percettive (altezza, qualità visive, lontananza…) e culturali (competenza, esperienza, interesse…).

Per quanto riguarda le caratteristiche percettive, una regola che noi cerchiamo di rispettare quando realizziamo le illustrazioni per le istruzioni di montaggio e installazione è quella di usare il punto di vista di chi deve fare l’operazione e quindi guardare la scena dalla stessa prospettiva da cui la guarderà il cliente. Questo facilita l’identificazione e l’immedesimazione e semplifica la comprensione. Cerchiamo inoltre di creare una sequenza cronologica delle operazioni.

Altre volte però il punto di vista migliore è distaccato: visione d’insieme e zoom sui dettagli importanti. La scelta dipende anche dalle caratteristiche culturali del lettore.