Abbiamo parlato del testo nelle istruzioni facendo alcuni esempi di

stile tecnico

e stile commerciale.

Adesso affronteremo il testo neutro dimenticando per un attimo che praticamente niente può essere neutro veramente.

Mi riferisco a quel testo in cui si cerca di utilizzare un linguaggio base poco elaborato e uno stile prevedibile e piatto.

Ad esempio:

Avvitare il dispositivo “C” di volta in volta nell’elettrovalvola inerente al comando che si intende eseguire.

Avvitare il dispositivo nella sede “C1” per abilitare il comando relativo alla leva spostata in basso e nella sede “C2” per abilitare il comando relativo alla leva spostata in alto.

Ovviamente il testo è supportato da almeno un’immagine nella quale sono identificati i punti C, C1 e  C2.

Infatti un testo come questo non è autosufficiente (per esserlo dovremmo tornare a spiegare precisamente posizione, forma e funzione dei punti indicati dalle lettere).

Penso che un testo così risulti un po’ contorto e poco immediato.

L’immediatezza è una caratteristica importante del testo:

leggere le istruzioni per l’uso è generalmente considerata un’attività noiosa da svolgere il più rapidamente possibile, se proprio non si può farne a meno. A fine lettura, d’obbligo la sbuffata “perchè non si capisce mai niente“.

Proviamo a riscriverlo semplificando ulteriormente:

Ogni elettrovalvola esegue un particolare comando.

Per attivare il comando richiesto, avvitare il pezzo “C” nella sede “C1” o “C2” sull’elettrovalvola.

“C1” abilita il comando della leva posizionata in basso.

“C2” abilita il comando della leva posizionata in alto.

ed è anche più breve!  😉