Questo piccolo viaggio intorno alle istruzioni d’uso va verso la conclusione. Spero di essere riuscita ad offrire un quadro abbastanza completo senza entrare troppo nel tecnico.

Volevo far emergere un ritratto della complessità e della varietà di questo mondo e far capire che anche le istruzioni d’uso hanno un’anima 🙂

Quando dico che lavoro faccio, la gente strabuzza gli occhi “ma dai, non pensavo esistesse qualcuno che fa questo lavoro!”

Eppure dietro alle istruzioni d’uso c’è il lavoro di professionisti competenti e motivati il cui unico scopo è comunicare con il cliente per offrirgli un’esperienza di prodotto il più soddisfacente e sicura possibile. Adesso forse ne sapete qualcosa in più.

Volevo parlare di scenari:

per quando riguarda le tecnologia abbiamo già visto qualcosa nei post precedenti:

per quanto riguarda i contenuti, a livello normativo il legislatore diviene sempre più esigente.

Sempre più prodotti sono e saranno obbligati a fornire documentazione tecnica. Per favorire la sintesi e la chiarezza comunicativa, l’immagine sarà la chiave di volta.

O almeno me lo auguro, anche da cliente.

Un’azienda che riempie il proprio manuale di testo non ha nessun desiderio che il cliente lo legga. Niente spaventa di più di una bella pagina densa densa di testo e tabelle.

E allora magari il prodotto funziona lo stesso, ma per quale percentuale viene veramente utilizzato al massimo?