Venerdì scorso ho partecipato al Venezia Camp, al Parco Scientifico Vega di Marghera, Venezia.

L’occasione era ghiotta e i temi sul piatto davvero intriganti: Smart Cities, lavoro nomade e imprenditoria giovanile.

VeneziaCamp2012

Ormai storici associati al coworking Cowo, anche noi abbiamo portato una testimonianza.

Ho raccontato cosa significa aprire il proprio ufficio e trasformarlo in uno spazio di scambio e di relazione e come questo ci abbia portati, nel tempo, ad allargare le nostre competenze e ad affrontare nuove sfide. Si perché incontrare gente sempre nuova, con esperienze e punti di vista diversi ti stimola e ti incoraggia a intraprendere nuovi percorsi. Con alcuni coworker è nata qualche collaborazione, con altri semplicemente sono arrivati spunti che sono maturati da soli.

Molto interessante anche l’incontro con i colleghi cowo manager che hanno raccontato storie e visioni di un modo di lavorare innovativo e contemporaneo. Dal Cowo di Pordenone superattivo e ricco di proposte per i giovani, al Cowo di Firenze-Mattonaia fino all’esperienza di Verona, presso Cowo Verona/Ordine degli Ingegneri, per non parlare di Cowo/Milano Lambrate.